Docker is the new VM - Parte 1/3

“Docker is the new VM” - Parte 13

Docker non e’ l’equivalente della classica virtualizzazione, quindi il titolo e’ assolutamente scorretto… ma mi piaceva. Appunti su come realizzare docker container allo scopo di predisporre un ambiente di sviluppo con database MariaDB e NodeJS.

Installazione Docker

Premessa, siamo su Archlinux ma immagino che tutte le distro abbiano nei propri repository Docker.

> sudo pacman -S docker

Setup Docker

Installato il pacchetto decidi dove archiviare i container sul file system, nel mio caso “/home/user/docker-containers”. Per configurare il percorso del container edita o crea il file /etc/docker/daemon.json e scrivici:

{
  "data-root": "/home/user/docker-containers"
}

Ora puoi avviare docker. Io preferisco non avviarlo di default alla partenza della macchina, essendo solo per sviluppo a mio avviso posso evitarmelo. Per startare docker quando serve:

> sudo systemctl start docker.service

Potete verificare lo stato di avvio tramite:

> systemctl status docker

Comandi Base

Finito questo passaggio, alcuni comandi per prendere confidenza. Verificare quali container sono attivi con:

> docker ps

Verificare quali immagini siano presenti:

> docker images -a # opzione -a server per avere anche le immagini non attive.
> docker images ls # solo quelle attive

Non avendo scaricato alcuna immagine questi comandi restituiranno sempre elenchi vuoti.