Network controller WiFi

Broadcom Inc. and subsidiaries BCM43224 802.11a/b/g/n (rev 01)

Recentemente ho recuperato un vecchio MacBookPro, credo del 2010, che soffrima moltissimo con a bordo OSX-Mojave. Dopo anni di in’attività colpevole nel mondo delle distribuzioni linux, ho deciso che avrei usato Arch Linux, una distro Ubuntu like non avrebbe soddisfatto la mia sete di “smanetto”. Ho quindi proceduto, devo dire con un pizzico di difficoltà, dovuta soprattutto alla mia lunga assenza dagli scenari distro linux. Il vero inghippo è sorto dopo l’attivazione della scheda WiFi, kernel panic di continuo che inizialmente non avevo collegato alla scheda Wifi. La sorgente dei kernel panic era il driver bcmXXXX (Broadcom) che viene nativamente associato alle scheda di rete seguente:

    -> lspci
    [...]
    Ethernet controller: Broadcom Inc. and subsidiaries NetXtreme BCM5764M Gigabit Ethernet PCIe (rev 10)
    [...]

La soluzione è effettivamente semplice, caricare il driver corretto. A quanto pare il miglio driver, nel mio caso, è un driver considerato come “external module” e si chiama broadcom-wl con moduloe wl. Le operazioni da compiere sono poche e semplici:

1) Rimuovere il driver bcmXXXX 2) Installare il driver wl

    "Rimuovere il driver brcmsmac"
    -> sudo rmmod b43

    "Installare wl"
    -> sudo pacman -S broadcom-wl
    -> sudo modprobe wl

Ora la vostra scheda WiFi configurata precedentemente per connettersi al vostro Access Point preferito non manderà più in crisi il kernel. Maggiori dettagli e info: Talk Broadcom Wireless